Eccoci… Dopo tanto tempo, a scrivere di nuovo; iniziamo subito con una cosa pazzesca: Berlino. Cosa vedere a Berlino in tre giorni

Il mio ultimo viaggio è stato a Berlino. In poche righe, cercherò di raccontarvi cosa vedere a Berlino in tre giorni. Vi racconterò di profumi, sensazioni e grandi emozioni. Vi racconterò di quanto questa città sa offrire. Del mio scetticismo prima di partire e della bellezza provata interiormente, quando camminando, man mano cambiavo idea. Ricordatevi che solo gli stupidi non cambiano mai idea!

Mi sono follemente innamorata di Berlino.

Cosa vedere a Berlino in tre giorni?

Noi non siamo stati i classici “turisti” ebbene, se io vi dicessi, che l’unica cosa che non siamo andati a vedere, è il pezzo del muro di Berlino, voi ci credereste mai?!? Eeh si. Con i miei amici di In Bianco e Nero Fotografia, siamo andati alla ricerca di posti “unconvetional“, proprio come noi tre e così abbiamo scoperto delle zone, che nessuna guida mai consiglia. Camminando, ci siamo spesso imbattuti in alcuni resti del muro, ovvio. A novembre del 1990 l’intero muro all’interno della città era stato abbattuto ad eccezione di 6 punti che furono mantenuti come monumento. – Il muro è stato fisicamente distrutto quasi ovunque, ad eccezione di alcuni punti – Berlino è una città che ti fa riflettere. Pretende un silenzioso rispetto.

Vedere Berlino - Muro di Berlino

Camminando, in pieno centro, se sapete guardare bene, troverete pezzi di storia, proprio accanto a voi…

Voi ad esempio, lo sapevate, che sono stati proprio i berlinesi, a nascondere più ebrei, durante la seconda guerra mondiale?!? Loro non ne parlano volentieri, ma chi si ferma a raccontarti, ne parla con orgoglio. “NOI NON ERAVAMO COME LORO” ti dicono in inglese… eh già… “we are not lice them, we were not them“. Sopratutto, lo sapete che il Muro, non fu conseguenziale alla Grande Guerra, ma ad un’altro momento di follia, che durò per 28 anni. Iniziato il 13 agosto del 1961 al 9 novembre 1989, divise letteralmente la città. Tra Berlino Ovest e Berlino Est la frontiera era fortificata militarmente da due muri paralleli di cemento armato, separati dalla cosiddetta “striscia della morte”. Si contano circa 133 morti per tentato attraversamento. Follia.

Eccovi allora una lista di idee su cosa vedere a Berlino in tre giorni

Ragazzi miei, intanto vi dico… Berlino merita anche di viverla (se potete) una settimana piena. E’ piena, ma piena di storia, modernità e ancora storia. Ci sono mille cose da visitare, vedere, sentire e apprezzare. Ora vi dico: PRIMA TAPPA (volendo già dall’aeroporto) è fermarsi al primo INFO POINT dove poter trovare la Berlin Card. Ragazzi questa card di visit berlin è la cosa fondamentale, con lei, potete girare tutta la città in lungo e largo, senza ansie. Prezzo SUPER SUPER conveniente (si possono scegliere varie opzioni), insieme alla card, vi verrà consegnato una piccola “city guide del 2019” dove dentro troverete la mappa della città e poi divisa in categorie, tutti gli sconti, dal 25% al 50% su musei, bar, ristoranti…

C O N S I G L I A T I S S I M A  AL  100% 

federica paola muscella - berlino

Cercando di capire bene “cosa vedere a Berlino in tre giorni”

Vi consiglio di inserire nella vostra check list, oltre i passaggi consigliati (…e anche un pochino “obbligatori”), da tutti i blog e guide del mondo; un pochino fuori Berlino, vi è un giardino incantato o per meglio dire l’orto botanico vi inserisco la via corretta, ci si arriva in serenità con la metro e poi 10 minuti a piedi (Königin-Luise-Straße 6-8, Berlin) la superficie è di oltre 43 ettari e con oltre 22.000 specie di piante differenti, può essere considerato uno dei più grande d’Europa.

orto botanico - cosa vedere a berlino

orto botanico - cosa vedere a berlino

orto botanico - cosa vedere a berlino

I miei compagni di viaggio. Loro sono: in bianco e nero fotografia

Altra zona da vedere, perché super suggestiva, è la zona Est (non è assolutamente “turistica”), o meglio, non è convenzionale. Lungo questa zona, si respira la diversità che in 28 anni, il Muro ha creato. Camminando lungo queste strade, ci si rende veramente conto, di quello che è stato uno dei momenti storici più brutti. Sembra quasi “fermo nel tempo” non saprei neanche come descrivervi esattamente, le cose che i miei occhi hanno visto. Forse Mengoni, quando canta “come fai a vivere se, intorno al cuore hai il muro di Berlino” è la frase, che può far capire meglio l’idea. Sembrava di passeggiare in un set cinematografico, per quanto sembrava assurdo il tutto.


Quest’anno il premio Oscar Roberto Benigni per “La Vita è Bella” festeggia 20 anni, beh sfido chiunque a non aver mai visto questo capolavoro, ma io intanto vi inserisco il link del mio pezzo preferito. La fine.

federica paola muscella - cosa vedere a berlino

Berlino – Kreuzberg

federica paola muscella - cosa vedere a berlino

Io e Federica Anselmi in un angolo meraviglioso della Berlino Est

federica paola muscella

Unconventional City Guide – Ci chiamano apposta

Vi starete sicuramente chiedendo però: ma questi sono andati a Berlino, qualcosa di “normale” lo avranno anche visto?!?! ahahah ma ovvio che SI… Tutto quello che passeggiando è possibile vedere, nella zona centrale, è stato immortalato dai nostri occhi. Siamo stati nella piazza dove vi è la Porta di Brandeburgo. Abbiamo visto il Duomo, la meravigliosa isola dei musei, che sembra cullata nell’acqua. Non ci siamo di certo persi, il grande monumento all’Olocausto, 2.711 colonne che formano un gigantesco labirinto situato nel quartiere Mitte di Berlino, ad un passo dal nostro alloggio. Lì ho litigato anche con degli italiani, che avevano preso il tutto, come “un simpatico gioco dinamico” dove saltellare animatamente. CI DOBBIAMO FAR RICONOSCERE OVUNQUE NOI. Ve lo devo consigliare io, che bisogna portare rispetto?!? non penso.

federica paola muscella - cosa vedere a berlino

Con silenzioso rispetto. Memoriale all’Olocausto 2.711 colonne. Per non dimenticare.

Vi regalo l’ultima piccola indiscrezione su Berlino… o consiglio spassionato

…non provate neanche per scherzo, a non fare i biglietti per i mezzi pubblici, perché i berlinesi per questo, sono veramente “tedeschi” e non accettano scuse di nessun genere. Non troverete i classici tornelli nelle metro, dove vidimare il biglietto; loro danno per scontato la nostra civilizzazione. RISPETTATELA. Berlino è bella per questo, perché la rispettano tutti! Fate lo stesso.

Tanti baci…

Federica Paola Muscella